globalnin

Bluehost coupon code india

godaddy discount coupon india

Pizzahut buy one get one

Home / Progetti / Progetto Gambier Bay CVE-73 / Gambier Bay CVE-73 – Suddivisione lavori

Gambier Bay CVE-73 – Suddivisione lavori

            

La costruzione del modello

Il primo approccio , successivo a quello della ricerca e raccolta della documentazione relativa all’originale è consistito nello studio “a tavolino” dei vari aspetti e dei problemi derivanti dal dover trasporre disegni ed immagini reali, in un oggetto di dimensioni ridotte che riproduca, con la maggior fedeltà possibile l’originale, pur essendo realizzato con tecniche, materiali e tecnologie affatto diverse.
Ecco una parte dei soci alle prese con i disegni complessivi: l’impegno è al massimo!!

Inoltre, trattandosi di un lavoro di gruppo, dove ogni partecipante è chiamato a dare il proprio contributo nel campo di interesse che più gli è congeniale, si è proceduto a suddividere il lavoro complessivo in sotto-insiemi omogenei per permettere a ciascuni di procedere, per quanto possibile, per linee parallele, pur nel rispetto delle linee generali univoche.
La suddivisione è schematizzata nello specchietto seguente:
suddivisione del modello “GAMBIER BAY” per aree di intervento
scafo (legno + VTR)
scalo ordinate chiglia fasciame legno rivestimento VTR
movimenti principali
eliche (x 2) – ottone assi (X 2) – inox supporti tenute timone
colorazione (colori “puravest”)
opera viva opera morta ponte aerei
ponte
struttura (plexiglass) rivestimento (legno) ganci di ormeggio funi di arresto
( x 9)
crash barrier ( x 3) catapulta
ascensori
meccanismo piano mobile
isola
struttura altoparlanti gru scalette d/f loop range finder
albero a traliccio
struttura portante radar (x 3) luci riflettori
hangar
interno illuminazione
fumo
fumaioli ( x 4) sistema fumogeno
attrezzature di prua
argano ancore ( x 2) – resina bitte – resina accessori
attrezzature di poppa
capistano bitte accessori
balconate
canotti (x 30) – resina sistemi antincendio accessori reti paracadute antenne abbatibili LSO platform
armi
40mm twin
(x 8)
20mm single (x 20) 5″/38 (x 1) direttori di tiro (x4) sky look-outs (x 8)
sponsons
scialuppe (x 2) paravane
(x 4)
biscaggina
(x 2)
tubi rifornimento accessori
aerei
FM-2 (x 18) TBM-1C
(x 12)
motorizzazione eliche (x 4)
personale
sull’isola sul ponte piloti
elettronica
radio servi meccanismi vari sistemi vari illuminazioni esterne
varie
portelli/botole – resina verricelli aspi antincendio passacavi – resina floater net portabandiere (x 2)
trasporto modello
base invaso teca carrello
Il modello sarà costruito con la precisione caratteristica di un modello statico, ma sarà anche navigante e con una serie di meccanismi interni che ne aumenteranno il realismo.
L’obiettivo è di profondere il massimo sforzo per far sì che le necessità per rendere le parti mobili e che di solito costringono ad adattamenti di compromesso, nel nostro caso non influiscano sull’aspetto esterno del modello.
Questo obiettivo implica uno studio ed una realizzazione particolarmente accurati dei meccanismi che devono risultare assolutamente “invisibili” dall’esterno.
In primo luogo devono essere perfettamente riprodotte le qualità “marine” che in un modello lungo complessivamente 2,20 mt e pesante intorno ai 25 Kg vogliono dire:
La perfetta galleggiabilità, cioè il rispetto della linea di galleggiamento e la stabilità generale.
Il rispetto della velocità in scala. (si ricorda che, nel caso di modelli navali, la velocità in scala corretta è quella che crea delle onde di carena simili a quelle che crea la nave vera).
La possibilità di effettuare tutte le manovre di movimento, a questo scopo sono previsti due motori elettrici indipendenti (uno per asse), in modo da poter effettuare manovre del tipo “macchina sinistra avanti, macchina di dritta indietro”.
Gli “effetti speciali” dovrebbero comprendere:
Emissione di fumo da due + due fumaioli
Illuminazione dell’Hangar ed accensione delle luci di navigazione
Segnalazioni luminose “Morse”
Accensione dei riflettori di ricerca
Alcuni aerei (4) con eliche rotanti
L’ascensore di prua sale e scende
Due radar rotanti (su tre complessivi)
Il cannone di poppa brandeggiabile

About Albino Benedetto

Check Also

Gambier Bay CVE-73 – L’albero a traliccio ed il radar

             Il lavoro si sta sviluppando anche in altri settori …

Gambier Bay CVE-73 – Il quadro elettrico

             L’idea di partenza è di dotare il modello di …

Gambier Bay CVE-73 – Le fiancate dello scafo

             Il lavoro di dettaglio è iniziato con la collocazione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *