globalnin

Bluehost coupon code india

godaddy discount coupon india

Pizzahut buy one get one

Home / Realizzati dai Soci / Navale / La Flore – Fregata Francese a 28 cannoni

La Flore – Fregata Francese a 28 cannoni

 Notizie storiche

E’  con una fregata, messa in cantiere nel 1706, che è  apparso per la prima volta il nome di “la Flore” nelle  liste navali francesi;  nessun punto saliente segna la carriera di questa nave, che si conclude nel 1716. Nel 1728 una nuova fregata fu battezzata “la Flore“. Questa ritornando nel 1741 dai Caraibi a Tolone con “la Borea” e “l’Aquilon” incontra, il 5 agosto nello stretto di Gibilterra, una divisione inglese composta da quattro vascelli e una fregata; scoppia un combattimento imprevisto in piena notte e all’alba gli inglesi si ritirano scusandosi dicendo  di aver preso i velieri francesi per velieri  spagnoli.  Questo errore, piuttosto strano, costò la vita al conte Pardaillan, comandante de L’Aquilon. Nel 1744 comandata da Bompar,  allora tenente di vascello e futuro governatore  delle isole Sotto Vento, ” La Flore”  nella squadra al comando dell’ammiraglio C.E.de Court de la Bruyère, partecipò alla battaglia di Tolone aiutando la flotta spagnola a sconfiggere la flotta Inglese.  Una nuova ” Flore ” riappare nel 1768. A bordo di questa s’imbarcarono nel 1771, Verdun de la Crenne, il cavaliere di Borda e il canonico Pingrè, tutti e tre  membri dell’Accademia Reale delle Scienze e dell’Accademia della Marina. Questa spedizione doveva segnare una data nella storia della navigazione. La fregata portava , infatti, due orologi marini e ogni sorta di altri strumenti e aveva come programma della campagna di navigare in posti con climi molto differenti, per valutare l’influenza della temperatura sulla precisione degli orologi a tenere il tempo, ed esaminare e confrontare i diversi metodi di determinare la longitudine in mare utilizzando i cronometri. Da Brest all’isola di Gorée, poi ai Caraibi, in Islanda e in Danimarca, per ritornare alla fine a Brest,  il viaggio non fu esente da incidenti, uno dei quali mise definitivamente fine alla carriera di uno dei due preziosi orologi. Tuttavia gli esperimenti riuscirono perfettamente e alla fine di questa crociera è stato deciso che gli orologi meritavano la fiducia che dura ancora ai nostri giorni. Nel 1778, “La Flore” lascia l’incarico riguardante la navigazione astronomica e il 13 aprile naviga da  Tolone con l’Ammiraglio d’Estaing, ma a Gibilterra, l’Ammiraglio rinvia la fregata a Tolone a portare i suoi dispacci. Al suo ritorno viene ricollegata alla squadra del Chevalier de Fabry e durante l’estate partecipa ad una crociera di tre mesi nelle acque di Levante. Tre anni più tardi, partecipa alla spedizione a Minorca nel corso della quale il governatore inglese dell’isola si arrende agli Spagnoli. Nel 1784 la Francia acquista una piccola fregata americana che viene battezzata a Bordeaux con il nome “La Flore”    ( alla quale fa riferimento il nostro modello). Con grande probabilità, possiamo supporre che a bordo della stessa, il futuro Ammiraglio Jurien de la Gravière, fece la sua prima crociera;che fallì tragicamente perchè  l’addetto ai viveri ebbe durante uno scalo,venduto per proprio conto una grande partita di approvvigionamenti di bordo, la fregata si trovò nel golfo di Gascogne, sballottata da venti contrari, mentre stato maggiore e equipaggio non sapevano più a quale santo votarsi per non morire di fame, si capisce perchè l’Ammiraglio Jurien ha conservato un pesante ricordo di quella sua prima crociera. Successivamente nel 1798 ci fu una corvetta che prese il nome “La Flore” ; poi nel 1804 una nuova fregata, che finirà la sua carriera  tristemente sulle spiagge di Chioggia.Nel 1814 la nave Hortense  viene ribattezzata “La Flore” e durerà fino al 1840. Un’altra Flore è stata messa in cantiere nel 1847 trasformata poi in fregata mista nel 1869, poi diventa Fregata-Scuola nel 1880. L’ultima Flore del 1932 fu una nave di scorta  da 600 ton. e sarà alienata nel 1945.

 

Il modello

Il modello, in scala 1:75, è stato completamente autocostruito su disegni ‘dell’Association des Amis du Museè de la Marine’ di Parigi in circa 2400 ore di lavoro.

Immagini

About Valerio Doni

Check Also

La Lancia Baleniera di New Bedford -1870-

Il Faro di Roter Sand

L’originale La lanterna “Roter Sand” era un faro (ora adattato ad albergo) situato sull’estuario del …

Douglas C-54 “Skymaster”

Il Douglas C-54 Skymaster era un aereo statunitense da trasporto medio-pesante che venne usato largamente …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *